orchestra popolare rai 5 rai cultura  ansa

LOGHI-01.pngLOGHI-02.pngLOGHI-03.pngLOGHI-04.pngLOGHI-05.pngLOGHI-06.pngLOGHI-07.pngLOGHI-08.pngLOGHI-09.pngLOGHI-10.pngLOGHI-11.pngLOGHI-12.pngLOGHI-13.pngLOGHI-14.pngLOGHI-15.pngLOGHI-16.pngLOGHI-17.pngLOGHI-18.pngLOGHI-19.jpgLOGHI-20.pngLOGHI-21.pngLOGHI-22.pngLOGHI-23.pngLOGHI-24.pngLOGHI-25.pngLOGHI-27.jpgLOGHI-28.pngLOGHI-29.pngLOGHI-30.pngLOGHI-31.pngLOGHI-32.jpgLOGHI-33.pngLOGHI-34.pngLOGHI-35.jpgLOGHI-36.jpg

PRESENTATO A BARI IL PROGETTO "OLTRE LE SBARRE"

Un momento della conferenza stampa Un momento della conferenza stampa

E' stato presentato questa mattina in conferenza stampa a Bari il progetto Oltre le sbarre-spettacolo dal vivo in carcere, iniziativa promossa dall’Assessorato al Welfare della Regione Puglia a favore di alcune tra le fasce più fragili della popolazione attraverso l'utilizzo dei linguaggi teatrali, coreutici e musicali. Lo spettacolo come strumento di inclusione sociale entrerà dunque all’interno di tre tra i principali istituti penitenziali pugliesi, Bari, Lecce e Trani. Oltre le Sbarre, in particolare, prevede la programmazione di tre concerti tenuti dall’Orchestra popolare La Notte della Taranta nei tre istituti carcerari a cominciare da domani, venerdì 26 febbraio, a Lecce (ore 15.30).

Hanno preso parte alla conferenza Salvatore Negro, assessore al Welfare della Regione Puglia, Massimo Manera, presidente della Fondazione La Notte della Taranta, Paolo Ponzio, vice presidente di Teatro Pubblico Pugliese, Giuseppe Martone, dirigente generale del Provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria, i tre direttori delle case circondariali di Bari, Lecce e Trani (rispettivamente Lidia De Leonardis, Rita Russo e Salvatore Bolumetti). 

 

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand