orchestra popolare rai 5 rai cultura  ansa

LOGHI-01.pngLOGHI-02.pngLOGHI-03.pngLOGHI-04.pngLOGHI-05.pngLOGHI-06.pngLOGHI-07.pngLOGHI-08.pngLOGHI-09.pngLOGHI-10.pngLOGHI-11.pngLOGHI-12.pngLOGHI-13.pngLOGHI-14.pngLOGHI-15.pngLOGHI-16.pngLOGHI-17.pngLOGHI-18.pngLOGHI-19.jpgLOGHI-20.pngLOGHI-21.pngLOGHI-22.pngLOGHI-23.pngLOGHI-24.pngLOGHI-25.pngLOGHI-27.jpgLOGHI-28.pngLOGHI-29.pngLOGHI-30.pngLOGHI-31.pngLOGHI-32.jpgLOGHI-33.pngLOGHI-34.pngLOGHI-35.jpgLOGHI-36.jpg

IL 23 AGOSTO, A STERNATIA LA NUOVA COMPAGNIA DI CANTO POPOLARE

Penultima tappa de La Notte della Taranta domani 23 agosto a Sternatia con due appuntamenti in programma e una esibizione imperdibile. La Nuova Compagnia di Canto Popolare, tra i principali gruppi di musica popolare sulla scena italiana sarà nella cittadina grica per la rassegna Altra Tela che eccezionalmente avrà inizio alle 22.30.

Prima di questo immancabile evento si esibirà per la tradizionale tappa del festival itinerante Pino Ingrosso con le sue Note di un viaggio. La storica voce solista del pianista Nicola Piovani, proporrà insieme al suo gruppo una performance che scandisce, con leggerezza e un pizzico di nostalgia, modi, tradizioni, costumi e usanze del Sud Italia, rivissuti attraverso i ricordi d’infanzia, i racconti degli anziani, le sonorità tipiche, colori, suoni e profumi capaci di rievocare una civiltà ancestrale comune non solo al nostro paese, ma a tutti i Sud del mondo.
La maggior parte dei brani, composti dallo stesso Pino Ingrosso, riecheggiano tutte le influenze delle varie dominazioni che hanno caratterizzato il Sud Italia e sono stati scritti sia in dialetto salentino sia in italiano, per avvicinare anche un pubblico non locale, lasciandosi facilmente comprendere.

 

Alle 22.30 per Altra tela in piazza Castello sarà la volta della Nuova Compagnia di Canto Popolare (NCCP), nata negli anni ’60 e definita “Il più grande gruppo di musica etnico-napoletana”. Guidata oggi da due dei suoi componenti storici Fausta Vetere e Corrado Sfogli, la Nuova Compagnia, che ha visto fra i suoi fondatori Eugenio Bennato e Carlo D’Angiò, scava nei linguaggi e nelle varie culture che si sono mescolati a Napoli, città che è sempre stata crocevia fra Occidente e Oriente. Il gruppo esegue un repertorio che va dai suoi successi come “Tammuriata Nera”, le villanelle e le tammurriate composte dalla stessa Compagnia, ai brani più noti della tradizione napoletana, eseguiti con uno stile unico e inconfondibile (Si passa da “Cicerenella” a “Madonna De La Grazia”, dalla “Tarantella Del Gargano”, e altre). A questi si aggiungono brani nuovi come “Ma Pecchè”, “Pascalì” o “Napulitane”, tratti dal recente doppio album, pubblicato il 14 ottobre 2016, che celebra il 50° anniversario della storica band con un album dal titolo esplicativo “50 anni in buona compagnia”.

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand