orchestra popolare rai 5 rai cultura  ansa

LOGHI-01.pngLOGHI-02.pngLOGHI-03.pngLOGHI-04.pngLOGHI-05.pngLOGHI-06.pngLOGHI-07.pngLOGHI-08.pngLOGHI-09.pngLOGHI-10.pngLOGHI-11.pngLOGHI-12.pngLOGHI-13.pngLOGHI-14.pngLOGHI-15.pngLOGHI-16.pngLOGHI-17.pngLOGHI-18.pngLOGHI-19.jpgLOGHI-20.pngLOGHI-21.pngLOGHI-22.pngLOGHI-23.pngLOGHI-24.pngLOGHI-25.pngLOGHI-27.jpgLOGHI-28.pngLOGHI-29.pngLOGHI-30.pngLOGHI-31.pngLOGHI-32.jpgLOGHI-33.pngLOGHI-34.pngLOGHI-35.jpgLOGHI-36.jpg

Aremu rindineddha

aremu rindineddha

Aremu, rindineddha

plèa tàlassa se guàddhi,

ce a putt'è ste' 'ce ftazi

ma to kkalò ccerò.

 

Vastà to pètt 'on aspro,

mavre vastà tes ale,

stavrì kulòr de mare

ce i kula e' diu niftì.

 

Kaimmeno 'mbro sti tàlassa,

evò se canonò,

lion gherni, liò kklaèì,

lio 'nghizi to nnerò.

 

Ma su tipo mu lei,

ja pòssa se rotò;

lion gherni, lio kkaleì,

lio 'nghizi to nerò.

 

 

chissà rondinella 

Chissà rondinella,
quale mare hai attraversato
e donde tu arrivi
con questa bella stagione.

Hai bianco il petto,
nere le ali,
il dorso color del mare
e la coda aperta in due.

Seduto di fronte al mare
io ti contemplo;
un po' ti levi, un po' cali,
un po' sfiori l'acqua.

Ma tu nulla mi dici
per quanto io ti domandi;
un po' ti levi, un po' cali,
un po' sfiori l'acqua

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo