Logo
Stampa questa pagina

E lu sule calau calau

E lu sule calau calau

mena patrunu ca me ne vau

 

E ci nu me ne porti

me ssettu n’terra e fazzu carotti

 

E li fazzu larghi e funni

quannu passi cu te scunfunni

 

E li fazzu funni e larghi

quannu passi cu te stampagni

 

E lu sule clau le tende

allu patrunu lu muccu li pende

 

E ci li penne a fare

pe doi sordi ca nna dare

 

E lu sule calau li munti

mena patrunu facimu li cunti

 

E lu sule calau li risi

mena patrunu damii i turnisi

 

E’ rrivata la curnacchiola

dice ca è ora, dice ca è ora

 

S’ha npuggiata sullu pajaru

dice ca è ura né ’nde sciamu

 

 

Copyright © Fondazione La Notte della Taranta / All right reserved - Digital Transformation a cura di Co.m.media srl