orchestra popolare rai 5 rai cultura  ansa

LOGHI-01.pngLOGHI-02.pngLOGHI-03.pngLOGHI-04.pngLOGHI-05.pngLOGHI-06.pngLOGHI-07.pngLOGHI-08.pngLOGHI-09.pngLOGHI-10.pngLOGHI-11.pngLOGHI-12.pngLOGHI-13.pngLOGHI-14.pngLOGHI-15.pngLOGHI-16.pngLOGHI-17.pngLOGHI-18.pngLOGHI-19.jpgLOGHI-20.pngLOGHI-21.pngLOGHI-22.pngLOGHI-23.pngLOGHI-24.pngLOGHI-25.pngLOGHI-27.jpgLOGHI-28.pngLOGHI-29.pngLOGHI-30.pngLOGHI-31.pngLOGHI-32.jpgLOGHI-33.pngLOGHI-34.pngLOGHI-35.jpgLOGHI-36.jpg

PER LA PRIMA VOLTA IL FESTIVAL DE LA NOTTE DELLA TARANTA A NARDO’

Novità del festival itinerante 2017 la tappa di Nardò. Per la prima volta, la ragnatela musicale arriva nella cittadina neretina con due spettacoli di grande qualità.

 

Per Altra Tela alle 21.30 in Piazza  Cesare Battisti ci sarà Enzo Avitabile in Acustic World. Con questo  progetto Enzo Avitabile ripercorre in chiave acustica (formazione in trio) gli ultimi 12 anni della sua  produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi. "Salvamm 'O Munno", "Sacro Sud", "Festa Farina e Forca", "Napoletana", "Black Tarantella" sono i dischi dai quali si attinge per poter dar vita ad un concerto che è incontro "intimo", nel quale Enzo Avitabile guida il pubblico attraverso un percorso fatto di emozioni e di conoscenza di un linguaggio musicale personalissimo ed originale che lo ha reso uno dei riferimenti mondiali della "World Music" e probabilmente l'artista italiano più rappresentativo di questo genere.Nella “sua”World Music Enzo Avitabile ha saputo sposare il bagaglio artistico di una carriera ormai trentennale con una ricerca continua di innovazione musicale, con uno sguardo sempre attento al sociale, cantando le sofferenze degli ultimi ma anche le loro speranze, che sono le speranze di una grossa parte della popolazione del mondo.Un artista che canta il Sud, che non è solo sud geografico ma uno stato dell'animo e della condizione umana.

 

Al termine di Altra Tela, alle 22.30 sul palco allestito in piazza Salandra si esibirà L’Orchestra Popolare La Notte della Taranta, composta da musicisti e interpreti della tradizione musicale salentina che hanno interagito nel corso di 20 anni con decine di artisti provenienti da diverse esperienze e territori musicali del pianeta. Protagonista del Concertone di Melpignano, l’Orchestra è attualmente  impegnata nel tour estivo nei principali festival italiani e nelle feste popolari di Puglia.

 

La formazione che sarà a Nardò vedrà: ANTONIO AMATO, voce e tamburello, ROBERTO CHIGA, tamburello, ROBERTO GEMMA, fisarmonica, NICO BERARDI, fiati, ATTILIO TURRISI, chitarra battente,  ALESSANDRO MONTEDURO, percussioni, ANTONIO MARRA, batteria, GIANLUCA LONGO, mandola, DANIELE DURANTE, chitarra, ENZA PAGLIARA, voce e tamburello, Giuseppe astore violino oltre ai due musicisti neretini dell’Orchestra Popolare GIANCARLO PAGLIALUNGA (Voce e tamburello)e VALERIO BRUNO (Basso).  Alla danza ci saranno LAURA BOCCADAMO e ANDREA CARACUTA. L’Orchestra, le corso della perfomance farà un omaggio al neretino  Luigi Stifani, uno dei più importanti violinisti terapeutici.
Dichiarazione del sindaco di Nardò Pippi Mellone: Alla tradizione musicale salentina la nostra città è intimamente legata grazie soprattutto a un gigante come mesciu Gigi Stifani, uno dei più importanti violinisti terapeuti dei rituali legati al tarantismo salentino, la cui vita e la cui attività sono state “fonti” privilegiate per gli studi antropologici. Stifani, il suo rapporto con De Martino e Carpitella, le tracce degli altri musicisti terapeuti come Tora Marzo, il grande patrimonio di esperienza e di conoscenza dei neretini rispetto alla taranta, ci forniscono un legittimo lasciapassare verso la grande famiglia del festival. Per questo, ospitare La Notte della Taranta, per la prima volta dopo venti anni, per Nardò è un motivo d’orgoglio ed è appunto il giusto tributo alla tradizione e al ruolo che la città ha avuto nella storia del tarantismo e della cultura popolare del Salento".

 

Ma siamo orgogliosi e felici anche perché questo appuntamento magico è la manifestazione di cultura popolare più importante d’Europa, la “vetrina” del Salento nel mondo e un appuntamento di spessore musicale incredibile. Rivendichiamo il fatto di aver avuto la sensibilità e la determinazione di lavorare in questa direzione e mi fa piacere ringraziare anche pubblicamente Massimo Manera e la Fondazione per l’attenzione e la disponibilità dimostrata nei confronti di Nardò e dei neretini.”

 

 

CONTATTI

Fondazione la Notte della Taranta

via Dafni 11, 73020, Melpignano (LE)

Tel: 0836439008

https://www.busforfun.com/

Press office

Gabriella Della Monaca

Resp.Comunicazione Fondazione Notte della Taranta

Cell. 320 1497626

nottedellatarantapress@gmail.com

gabdellamonaca@gmail.com

Ufficio stampa Ndt

Cecilia Leo

Cell 333 9287849

nottedellatarantapress@gmail.com

cecilialeo79@gmail.com

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo