orchestra popolare rai 5 rai cultura  ansa

LOGHI-01.pngLOGHI-02.pngLOGHI-03.pngLOGHI-04.pngLOGHI-05.pngLOGHI-06.pngLOGHI-07.pngLOGHI-08.pngLOGHI-09.pngLOGHI-10.pngLOGHI-11.pngLOGHI-12.pngLOGHI-13.pngLOGHI-14.pngLOGHI-15.pngLOGHI-16.pngLOGHI-17.pngLOGHI-18.pngLOGHI-19.pngLOGHI-20.pngLOGHI-21.pngLOGHI-22.pngLOGHI-24.pngLOGHI-25.pngLOGHI-27.pngLOGHI-28.pngLOGHI-29.pngLOGHI-30.jpgLOGHI-31.pngLOGHI-32.png

IL 13 AGOSTO AD ALESSANO IL FESTIVAL “LA NOTTE DELLA TARANTA”: PAROLE, MUSICA E DANZE PER ANTICIPARE IL CAMMINO DI LEUCA

I concerti deLLA Notte della Taranta arrivano in piazza Don Tonino Bello ad Alessano, dove la grande festa di condivisione inizierà alle 22.30 con i Musicisti Basso Lazio (MBL). Il gruppo, capofila di un vero e proprio movimento musicale, è impegnato a riscoprire ed attualizzare la tradizione del Lazio meridionale: al centro del concerto ci sarà l’energia del “saltarello” e dalla “ballarella”, antiche danze dell’Italia centro meridionale. Fondati da Benedetto Vecchio e attivi da quasi venti anni nel panorama del folk e della world-music, i MBL narrano eventi e storie del passato e dell’attualità, come battaglie epiche, di briganti, o medievali. Fra i sette album del gruppo figura “Terra di fuoco”, inciso in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia con la partecipazione di grandi artisti nazionali e stranieri, e “Tarantella ribelle” del 2015.

 

Concluderà  Antonio Amato Ensemble.   L’ultimo album intitolato “Speranze” rappresenta un punto d’incontro speciale tra due mondi apparentemente paralleli, in cui brani originali e brani classici salentini convivono. Nasce così una simbiosi fra sonorità antiche e strumenti elettronici, senza recidere il cordone ombelicale con la tradizione: i testi originali, pur ispirandosi alla poetica e di stile popolare, affrontano tematiche attuali e la musica non perde mai di vista i ritmi ipnotici e ancestrali che rappresentano la colonna portante della "pizzica".

 

La storica tappa del Festival coincide temporalmente con la quarta giornata dell’evento internazionale “#cartadileuca.1– Mediterraneo, un porto di fraternità”, che si svolgerà dal 10 al 14 agosto nei comuni delle “terre del Capo di Leuca”.

 

Da Alessano, al termine della tappa del festival partirà l’iniziativa i “Cammini di Leuca”,  percorso che lo scorso ano ha coinvolto 133 giovani da tutti i paesi rivieraschi dell’Europa, che hanno camminato insieme la notte fra il 13 e il 14 agosto 2016 fino al santuario di Santa Maria De Finibus Terrae a Leuca. Giunti nei pressi del faro, i ragazzi avevano firmato la #cartadileuca.0, una dichiarazione con cui si chiedeva ai governanti dei Paesi affacciati sul Mediterraneo, europei e non, di lavorare concretamente affinché il mare comune smetta di essere una zona di morte ma torni a rappresentare accoglienza e pace.

Anche quest’anno Il pellegrinaggio notturno, partirà da Alessano per raggiungere l’estremo lembo del Salento. L’evento è reso possibile dal parteneriato di molte istituzioni nazionali e territoriali tra cui, oltre alla Fondazione Notte della Taranta: Regione Puglia, “Fondazione Migrantes”, Fondazione “Parco culturale ecclesiale Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, “Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport” della conferenza episcopale italiana per la Diocesi di Leuca, “Comunità di Sant’Egidio”, “FOCSIV”, “Caritas Italiana”, CSI (Centro Sportivo Italiano), “ARCI Lecce”, e con il contributo di Enti e Imprese del Salento e del Capo di Leuca.

CONTATTI

Fondazione la Notte della Taranta

via Dafni 11, 73020, Melpignano (LE)

Tel: 0836439008

https://www.busforfun.com/

Press office

Gabriella Della Monaca

Resp.Comunicazione Fondazione Notte della Taranta

Cell. 320 1497626

nottedellatarantapress@gmail.com

gabdellamonaca@gmail.com

Ufficio stampa Ndt

Cecilia Leo

Cell 333 9287849

nottedellatarantapress@gmail.com

cecilialeo79@gmail.com

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo