orchestra popolare 

LOGHI_2018_01.1_1.pngLOGHI_2018_01.2.pngLOGHI_2018_02.1.pngLOGHI_2018_02.2.pngLOGHI_2018_02.4.pngLOGHI_2018_02.pngLOGHI_2018_03.2.pngLOGHI_2018_03.3.pngLOGHI_2018_03.4.pngLOGHI_2018_03.5.pngLOGHI_2018_03.6.pngLOGHI_2018_03.7.pngLOGHI_2018_03.8.pngLOGHI_2018_03.9.pngLOGHI_2018_04.3.pngLOGHI_2018_04.4.pngLOGHI_2018_04.5.pngLOGHI_2018_04.6_1.pngLOGHI_2018_04.7.pngLOGHI_2018_04.8.pngLOGHI_2018_05.1.pngLOGHI_2018_05.1_2.pngLOGHI_2018_05.1_5.pngLOGHI_2018_05.5.pngLOGHI_2018_05.6.pngLOGHI_2018_06.2.pngLOGHI_2018_06.3.pngLOGHI_2018_06.5.pngLOGHI_2018_06.7.pngLOGHI_2018_06.8.pngLOGHI_2018_07.1.pngLOGHI_2018_07.2.pngLOGHI_2018_07.3.pngLOGHI_2018_07.4.pngLOGHI_2018_08.1.pngLOGHI_2018_08.1_1.pngLOGHI_2018_08.3_1.pngLOGHI_2018_08.7.pngLOGHI_2018_08.8.pngLOGHI_2018_08.8_1.pngLOGHI_2018_08.8_4.pngLOGHI_2018_08.8_5.pngLOGHI_2018_08.8_8.pngLOGHI_2018_09.1.pngLOGHI_2018_09.2.png

TARANTA. SUCCESSO A LECCE. EMILIANO BALLA A TORREPADULI

Grande successo di pubblico nella tappa leccese della vigilia di ferragosto, ormai consueto appuntamento del festival  itinerante de La Notte della Taranta.  A salire sul palco per primo Enzo Petrachi & Folkorkestra. Enzo, figlio di  uno degli  esponenti della musica folk leccese, Bruno Petrachi, molto amato dai suoi concittadini; a seguire l'Orchestra Popolare  de La Notte della Taranta ha trascinato il pubblico giunto in Piazza Libertini per assistere al concerto Ragnatela. Un sound, quello dell’Orchestra coinvolgente e di grande potenza ritmica che ancora una volta ha saputo calamitare l’attenzione del pubblico.

“Non solo sound, nei musicisti dell’Orchestra c’è una capacità espressiva e letteraria. Non sono più solo esecutori dei brani,ma autori  di brani della tradizione popolare. E questo perché stiamo passando dalla riproposta della musica popolare salentina ,ad una  nuova  proposta. Lo ha specificato Daniele Durante,  prima di salire sul palco leccese insieme ai musicisti dell’Orchestra popolare. (video in dropbox)

 

La tappa leccese della vigilia di ferragosto è stata ricca di appuntamenti interessanti, tra mostre, visite guidate e danza. Molto attesa e partecipata anche la visita guidata all’abbazia di Cerrate a cura del Fai per conoscere più da vicino uno dei tesori presenti sul nostro territorio dopo il recente restauro.

E naturalmente non poteva mancare la pizzica a coronare una serata straordinaria. I danzatori del corpo di Ballo de La Notte della Taranta hanno interpretato alcuni brani della tradizione musicale salentina con coreografie pensato  ad hoc per il capoluogo salentino.Tra le bellezze architettoniche dei palazzi e dei monumenti color crema, ballerini e ballerine de La Notte della Taranta hanno danzato   a Porta Rudiae, aggiungendo nuova luce e ulteriore bellezza alla magia di Lecce  con “Pizzica in scena”, sezione novità dell’edizione 2019 volta a promuovere e valorizzare alcuni angoli caratteristici e inediti delle città e dei borghi dove l’itinerante si sposta per promuovere arte,cultura e storia di un territorio.

E la danza è stata la protagonista anche nella serata di ferragosto a Torrepaduli con Piccola Ronda dove  63 i bambini di diverse etnie e di età compresa tra i 4 e i 14 anni sono stati i protagonisti della tappa Fuori Festival de “La Notte della Taranta”.

Nato nell’ambito Progetti Speciali della Fondazione La Notte della Taranta e giunto ormai al quarto anno, il Progetto Piccola Ronda è frutto della collaborazione tra la Fondazione le realtà territoriali che si occupano della tutela dei minori: “Il giardino della luna” Centro Aperto Polivalente per minori di “UNA MANO PER TE” Cooperativa Sociale Onlus, “Coccinella” Comunità per minori e “Libellula” Sco.Coop:Sociale.

E i bambini hanno sfidato a danza a scherma anche il presidente della regione Puglia Michele Emiliano ieri a Torrepaduli insieme a Geppi Cucciari.

CONTATTI

Fondazione la Notte della Taranta

via Dafni 11

73020, Melpignano (LE)

Tel: 0836439008

 

 

Press office

nottedellatarantapress@gmail.com

 

 

 

 

parkforfun

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo