orchestra popolare 

LOGHI_2018_01.1_1.pngLOGHI_2018_01.2.pngLOGHI_2018_02.1.pngLOGHI_2018_02.2.pngLOGHI_2018_02.4.pngLOGHI_2018_02.pngLOGHI_2018_03.2.pngLOGHI_2018_03.3.pngLOGHI_2018_03.4.pngLOGHI_2018_03.5.pngLOGHI_2018_03.6.pngLOGHI_2018_03.7.pngLOGHI_2018_03.8.pngLOGHI_2018_03.9.pngLOGHI_2018_04.3.pngLOGHI_2018_04.4.pngLOGHI_2018_04.5.pngLOGHI_2018_04.6_1.pngLOGHI_2018_04.7.pngLOGHI_2018_04.8.pngLOGHI_2018_05.1.pngLOGHI_2018_05.1_2.pngLOGHI_2018_05.1_5.pngLOGHI_2018_05.5.pngLOGHI_2018_05.6.pngLOGHI_2018_06.2.pngLOGHI_2018_06.3.pngLOGHI_2018_06.5.pngLOGHI_2018_06.7.pngLOGHI_2018_06.8.pngLOGHI_2018_07.1.pngLOGHI_2018_07.2.pngLOGHI_2018_07.3.pngLOGHI_2018_07.4.pngLOGHI_2018_08.1.pngLOGHI_2018_08.1_1.pngLOGHI_2018_08.3_1.pngLOGHI_2018_08.7.pngLOGHI_2018_08.8.pngLOGHI_2018_08.8_1.pngLOGHI_2018_08.8_4.pngLOGHI_2018_08.8_5.pngLOGHI_2018_08.8_8.pngLOGHI_2018_09.1.pngLOGHI_2018_09.2.png

4 agosto - Galatone

H.19.00 - LABORATORIO DI PIZZICA E TAMBURELLO | Piazza San Sebastiano

H.19.00 - IL BORGO RACCONTA | Piazza San Sebastiano

Visita guidata nel centro storico di Galatone a cura del prof. Francesco Danieli

H. 21.00 - CONCERTO ALTRA TELA | Piazza Costadura

Amartìa con Ninfa Giannuzzi, Tosca e Shadi Fadhi

“Amartìa”- “peccato”, è rinascita. In questa chiave si inquadra il progetto di Ninfa Giannuzzi, uno spettacolo che si sviluppa con una scaletta che segue una scia di storie minime, popolari, racconti di tentazioni e azzardi, come la riproposta di canzoni ormai consolidate nella tradizione spogliate da orpelli e stereotipi interpretativi. Ninfa Giannuzzi racconta la sua rigenerazione e con lei sulla scena Tosca, cantante e attrice eclettica, ricercatrice musicale e sperimentatrice protagonista del Festival dopo aver partecipato al concertone del 2016. Un dialogo tra storie romane e salentine. In scena anche la polistrumentista iraniana Shadi Fathi, Giorgio Distante alla tromba ed elettronica, Dario Congedo alla batteria e percussioni e Federico Pecoraro al Basso.

Sul palco anche Valerio Daniele chitarrista e arrangiatore e performance pittorica dell’artista Egidio Marullo che farà da scenografia e contrappunto visivo alla musica. 

H.22.00 - CONCERTO RAGNATELA | Piazza San Sebastiano

Orchestra della Cupa: Enza Pagliara e Banda R.Quarta di Monteroni

Un nuovo progetto per Enza Pagliara che da anni, attraversa e reinterpreta il repertorio dei canti della tradizione. Con la Banda R. Quarta di Monteroni, Enza da vita  a un concerto per banda e voce sola. I canti della tradizione, in questo concerto, incontrano le aree  della banda per far rivivere le atmosfere tipiche dei giorni di festa. I brani arrangiati da Antongiulio Galeandro, dal Maestro Luigi Morleo e dell’indimenticabile Piero Milesi sono stati riadatti per gli ottoni, le percussioni e per la voce della Pagliara dal maestro Marco Grasso. La scena e il set design sono firmati da Isabella Faggiano.

Un nuovo progetto per una delle voci dell’Orchestra Popolare de La Notte della Taranta che non mancherà di coinvolgere il pubblico in un viaggio ‘nuovo’e festoso nella tradizione.

Scazzacatarante

Scazzacatarante è un gruppo musicale che si forma a Galatina (Le) nel 1998. La passione per la pizzica-pizzica è l’elemento che accomuna i giovani musicisti che decidono di portare avanti la tradizione popolare salentina.

I componenti del gruppo sono: Antonio De Giorgi (voce e tamburello); Davide Donno (voce e tamburello); Pantaleo De Pascalis (fisarmonica); Roberto Margari (clarinetto); Carmine Potenza (basso acustico ed elettrico); Matteo Gaballo (violino e voce).

È il forte carisma a caratterizzare il gruppo dei Scazzacatarante. Nei loro concerti, grazie agli strumenti tradizionali ed elettronici, si passa dai brani di pizzica-pizzica, tradizionale, moderna e e canti e stornelli dei grandi cantori del Salento. 

Ultima modifica ilMartedì, 06 Agosto 2019 12:12

CONTATTI

Fondazione la Notte della Taranta

Via della Libertà, 66 (Ex Convento dei Padri Agostiniani)

73020, Melpignano (LE)

Tel: 0836439008

 

 

Press office

nottedellatarantapress@gmail.com

 

 

 

 

parkforfun

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo