orchestra popolare 

LOGHI_2018_01.1_1.pngLOGHI_2018_01.2.pngLOGHI_2018_02.1.pngLOGHI_2018_02.2.pngLOGHI_2018_02.4.pngLOGHI_2018_02.pngLOGHI_2018_03.2.pngLOGHI_2018_03.3.pngLOGHI_2018_03.4.pngLOGHI_2018_03.5.pngLOGHI_2018_03.6.pngLOGHI_2018_03.7.pngLOGHI_2018_03.8.pngLOGHI_2018_03.9.pngLOGHI_2018_04.3.pngLOGHI_2018_04.4.pngLOGHI_2018_04.5.pngLOGHI_2018_04.6_1.pngLOGHI_2018_04.7.pngLOGHI_2018_04.8.pngLOGHI_2018_05.1.pngLOGHI_2018_05.1_2.pngLOGHI_2018_05.1_5.pngLOGHI_2018_05.5.pngLOGHI_2018_05.6.pngLOGHI_2018_06.2.pngLOGHI_2018_06.3.pngLOGHI_2018_06.5.pngLOGHI_2018_06.7.pngLOGHI_2018_06.8.pngLOGHI_2018_07.1.pngLOGHI_2018_07.2.pngLOGHI_2018_07.3.pngLOGHI_2018_07.4.pngLOGHI_2018_08.1.pngLOGHI_2018_08.1_1.pngLOGHI_2018_08.3_1.pngLOGHI_2018_08.7.pngLOGHI_2018_08.8.pngLOGHI_2018_08.8_1.pngLOGHI_2018_08.8_4.pngLOGHI_2018_08.8_5.pngLOGHI_2018_08.8_8.pngLOGHI_2018_09.1.pngLOGHI_2018_09.2.png

11 agosto - Zollino

H. 20.00 - CINEMA E ANTEPRIMA | Piazza Sant'Anna

Proiezione di "A Sud della Musica, la voce libera di Giovanna Marini".

Regia di G.Curi. Produzione Medit Film in collaborazione con AAMOD

***

H. 21.00 - CONCERTO ALTRA TELA | Piazza Sant'Anna

La Banda della Ricetta

Cibo e musica si uniscono nel progetto “La banda della ricetta” di Clara Graziano, uno spettacolo dove le canzoni si assaporano dall’antipasto al dolce. I sapori musicali vengono dal repertorio folk della tradizione popolare italiana, da composizioni originali di Clara Graziano, di origini campane e pugliesi e da brani portati al successo da alcuni grandi interpreti come Domenico Modugno (La cicoria e ‘O cafè), Caterina Bueno (Fagioli ‘olle ‘otenne), Nino Ferrer (Il baccalà), Piero Ciampi (Il vino) e altri. Dal pentolone de La Banda della Ricetta, vengono fuori sapori di klezmer, la musica tradizionale ebraica, aree circensi, ritmi jazz. La Graziano collabora dal 1988 con Ambrogio Sparagna che affianca nella sua Orchestra popolare italiana.In scena con le loro “parannanze” (grembiuli da cucina) e i loro attrezzi da cucina, le musiciste della Banda: Clara Graziano (voce, organetto, putipù), Valentina Ferraiuolo (voce, tamburelli), Teresa Spagnuolo (clarinetto) e Carla Tutino (contrabbasso) portano in scena non solo la musica, ma anche gli odori e i sapori delle canzoni che diventano un pantagruelico pasto, dalla zuppa al caffè.

***

H.22.00 - CONCERTO RAGNATELA | Villa Comunale

Orchestra Popolare del Saltarello

Il progetto Orchestra Popolare del Saltarello nasce da un’operazione di ricerca e rivalutazione della tradizione musicale abruzzese. Ricostruiscono in musica il percorso dei tratturi lungo il quale si è sviluppato e propagato il celebre “Saltarello”. L’Orchestra Popolare del Saltarello propone un repertorio di brani popolari abruzzesi, che va dalle canzoni più rappresentative della tradizione abruzzese alle saltarelle, spallate e ballarelle utilizzando un organico formato da 10 musicisti e un corpo di ballo che insieme ripercorrono un viaggio lungo le antiche vie della transumanza. L’organico è formato da organetto, fisarmonica, una sezione vocale, una sezione di organetti e fisarmoniche, chitarre, mandolino, zampogne, auti, tamburelli, basso e batteria che interpretano il repertorio di tradizione abruzzese con originalità e freschezza. L’ideatore del progetto è il musicista Danilo Di Paolonicola, autore delle rielaborazioni e trascrizioni. Teramano di origine è considerato tra i migliori fisarmonicisti e organettisti del mondo. Compositore ed arrangiatore, è docente di fisarmonica diatonica al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma e al Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila.

Li Strittuli

Il gruppo Li Strittuli, nasce a San Pancrazio Salentino (Br) nel 1998, vi confluiscono  giovani musicisti che si propongono di diffondere il patrimonio musicale del Salento e della Grecìa salentina. Il gruppo è composto da Armando Carrozzo, Daniele Girasoli, Giorgio D'Aria, Paolo Puricella, Vincenzo Mancini, Salvatore Greco. L’obiettivo principale della compagnia è quello di riproporre un viaggio nella musica popolare salentina, e grazie alla loro ricerca dei canti anche della zona del brindisino e del loro paese dove hanno avuto modo di interagire con gli anziani recependone il repertorio musicale, nei loro concerti vengono eseguiti canti di tradizione. 

Gli strumenti tipici della tradizione, violino, organetto, fisarmonica, chitarra e il tamburo a cornice salentino si accompagnano alle voci in un lavoro che è anche ricerca nella musica popolare.

Ultima modifica ilMartedì, 06 Agosto 2019 15:21

CONTATTI

Fondazione la Notte della Taranta

Via della Libertà, 66 (Ex Convento dei Padri Agostiniani)

73020, Melpignano (LE)

Tel: 0836439008

 

 

Press office

nottedellatarantapress@gmail.com

 

 

 

 

parkforfun

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo