orchestra popolare 

LOGHI_2018_01.1_1.pngLOGHI_2018_01.2.pngLOGHI_2018_02.1.pngLOGHI_2018_02.2.pngLOGHI_2018_02.4.pngLOGHI_2018_02.pngLOGHI_2018_03.2.pngLOGHI_2018_03.3.pngLOGHI_2018_03.4.pngLOGHI_2018_03.5.pngLOGHI_2018_03.6.pngLOGHI_2018_03.7.pngLOGHI_2018_03.8.pngLOGHI_2018_03.9.pngLOGHI_2018_04.3.pngLOGHI_2018_04.4.pngLOGHI_2018_04.5.pngLOGHI_2018_04.6_1.pngLOGHI_2018_04.7.pngLOGHI_2018_04.8.pngLOGHI_2018_05.1.pngLOGHI_2018_05.1_2.pngLOGHI_2018_05.1_5.pngLOGHI_2018_05.5.pngLOGHI_2018_05.6.pngLOGHI_2018_06.2.pngLOGHI_2018_06.3.pngLOGHI_2018_06.5.pngLOGHI_2018_06.7.pngLOGHI_2018_06.8.pngLOGHI_2018_07.1.pngLOGHI_2018_07.2.pngLOGHI_2018_07.3.pngLOGHI_2018_07.4.pngLOGHI_2018_08.1.pngLOGHI_2018_08.1_1.pngLOGHI_2018_08.3_1.pngLOGHI_2018_08.7.pngLOGHI_2018_08.8.pngLOGHI_2018_08.8_1.pngLOGHI_2018_08.8_4.pngLOGHI_2018_08.8_5.pngLOGHI_2018_08.8_8.pngLOGHI_2018_09.1.pngLOGHI_2018_09.2.png

18 agosto - Castrignano de' Greci

H. 19.00 - TEATRO | Palazzo de Gualtieris

Pupe di pane - una performance sul pane e le sue storie

Il pane è al centro di un viaggio che mette in gioco la creatività e la memoria, attraverso una performance sulla sua preparazione e le sue storie. Intorno a una tavola da lavoro, la mattrabbanca, cinque attrici compiono un rituale dando vita a una tradizione che attraversa dialetti e cucine diversi, quella delle pupe di pane. Bambole che si modellavano in attesa della Pasqua, in un tempo in cui i bambini non non avevano nulla e la fantasia ero lo strumento più potente per inventare giochi e passatempi. Le pupe di pane erano sovente, fatte con un impasto dolce, e riceverle era uno dei pochi e per questo speciali doni che i bambini ricevevano. Una sorta di talismano contro le disgrazie, ma anche un rito che si rinnovava e raccontava di donne che impastavano per ore la farina e lo vegliavano prima dell’uccata, l’infornata. Lo spettacolo, con la regia di Tonio De Nitto, è stato ideato, scritto e interpretato da Angelica Dipace, Benedetta Pati, Giulia Piccinni, Antonella Sabetta e Carmen Ines Tarantino e prodotto dall’Accademia Mediterranea dell’Attore di Lecce.

L'appuntamento è alle 19 e nella stessa serata saranno in programma due repliche, rispettivamente alle ore 20 e alle ore 21. Per tutti e tre gli appuntamenti è previsto un numero massimo di 35-40 spettatori, è quindi richiesta la prenotazione al numero 3240594511.

***

H. 21.00 - CONCERTO ALTRA TELA | Palazzo de Gualtieris

Luigi Cinque Hypertext O'rchestra

La memoria, il racconto, il confine la tradizione e il jazz

L’HypertextO’rchestra di Luigi Cinque con Petra Magoni, Alfio Antico, Riccardo Fassi,BadaraSeck si presenta alla Notte della Taranta – Altra tela -  a Castrignano dei Greci con una formazione particolarissima che vede sul palco come guest Petra Magoni sicuramente una delle più intriganti e poliedriche vocalist europee, Riccardo Fassi anche quest’anno nominato da Musica Jazz migliore tastierista italiano, Alfio Antico e il suo  mitico mondo di tamburi a cornice e voce, BadaraSeck straordinaria voce griot, il giovanissimo e già superlativo interprete di chitarra battente Alessandro Santacaterina e la partecipazione straordinaria dei cubbacubba dei Tarantolati guidati da Agostino Cortese. Un mix di arcaico e contemporaneo, acustico ed elettronico, di parola mediterranea, di nuova africa e di suoni contemporanei sulla scia della ricerca infinita di Luigi Cinque riconosciuto internazionalmente come uno dei più importanti innovatori tra contemporaneo e tradizione, tra scrittura musicale e memoria orale, tra mondo antico e postumano. Un concerto fortemente ritmico che in questo caso si propone come una vera e propria performance sul tema, appunto, della memoria mediterranea, delle sue voci e della sua attuale crisi di valori e prospettive.

Petra Magoni, voce. Luigi Cinque, sassofoni, clarinetto, voce e live electronics. Alfio Antico, tamburi a cornice e voce. BadaraSeck, Voce griot. Riccardo Fassi, Tastiere. Alessandro Santacaterina, Chitarra battente. Tarantolati di Agostino Cortese, cubbacubba

***

H.22.00 - CONCERTO RAGNATELA | Parco Unicef

Armonia Greca

“Armonia greca” è un gruppo musicale composto da orchestra e coro, fondato nel 2015 con lo scopo di promuovere l’arte e la cultura greca e quella dei Messolonghi. Il gruppo nato da una costola dell’associazione omonima ha una passione per le poesie che porta in scena impreziosendole con musiche originali. Premiato molte volte per la sua recitazione originale di canti tradizionali greci, di canti in grico (lingua tradizionale della Grecìa salentina) e di canzoni dello stile musicale “rebètiko”. La formazione che comprende musicisti, cantanti e ballerini è composta dal direttore Christos Vlachoyiannis, che è anche voce del coro e suona la pianola,  da Atanasios Sterghìou (bouzouki e voce), Dimitris Foliàs (basso e chitarra), Ermina Taratsà (voce), LefDakalakis(voce).

Pizzicati int'allu core C.J.S. 

Il Canzoniere Jonico Pizzicati int’allu core, affonda le sue radici nelle testimonianze dei vecchi cantori grottaglieri più di vent’anni fa. 

Dal 2007 sotto la direzione artistica di Valerio Manisi  la formazione comprende: Claudio De Vittorio, Stefano Scatigna, Bruno Galeone, Domenico Nisi, Domenico Pignatelli, Antonio Orlando e Vincenzo Santoro.

La visione di Manisi li porta ad unire la cultura musicale jonica e salentina. Tante le contaminazioni con artisti sempre vicini al recupero delle tradizioni, come Eugenio Bennato e Teresa De Sio, con i quali hanno condiviso il palco. Nel 2016 esce il loro primo lavoro discografico “Sciamu” che viene candidato nello stesso anno come miglior disco in dialetto al Premio Tenco.

Ultima modifica ilLunedì, 12 Agosto 2019 12:42
Altro in questa categoria: « 17 agosto - Galatina 19 agosto - Soleto »

CONTATTI

Fondazione la Notte della Taranta

Via della Libertà, 66 (Ex Convento dei Padri Agostiniani)

73020, Melpignano (LE)

Tel: 0836439008

 

 

Press office

nottedellatarantapress@gmail.com

 

 

 

 

parkforfun

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo