orchestra popolare 

LOGHI_2018_01.1_1.pngLOGHI_2018_01.2.pngLOGHI_2018_02.1.pngLOGHI_2018_02.2.pngLOGHI_2018_02.4.pngLOGHI_2018_02.pngLOGHI_2018_03.2.pngLOGHI_2018_03.3.pngLOGHI_2018_03.4.pngLOGHI_2018_03.5.pngLOGHI_2018_03.6.pngLOGHI_2018_03.7.pngLOGHI_2018_03.8.pngLOGHI_2018_03.9.pngLOGHI_2018_04.3.pngLOGHI_2018_04.4.pngLOGHI_2018_04.5.pngLOGHI_2018_04.6_1.pngLOGHI_2018_04.7.pngLOGHI_2018_04.8.pngLOGHI_2018_05.1.pngLOGHI_2018_05.1_2.pngLOGHI_2018_05.1_5.pngLOGHI_2018_05.5.pngLOGHI_2018_05.6.pngLOGHI_2018_06.2.pngLOGHI_2018_06.3.pngLOGHI_2018_06.5.pngLOGHI_2018_06.7.pngLOGHI_2018_06.8.pngLOGHI_2018_07.1.pngLOGHI_2018_07.2.pngLOGHI_2018_07.3.pngLOGHI_2018_07.4.pngLOGHI_2018_08.1.pngLOGHI_2018_08.1_1.pngLOGHI_2018_08.3_1.pngLOGHI_2018_08.7.pngLOGHI_2018_08.8.pngLOGHI_2018_08.8_1.pngLOGHI_2018_08.8_4.pngLOGHI_2018_08.8_5.pngLOGHI_2018_08.8_8.pngLOGHI_2018_09.1.pngLOGHI_2018_09.2.png

Roberta Pellegrino

NOTTE DELLA TARANTA: ECCO COME FUNZIONERÀ LA VIABILITÀ

  • Pubblicato in News

È stato predisposto un piano traffico per garantire un regolare accesso e deflusso da Melpignano il giorno del Concertone Finale del festival itinerante “La Notte della Taranta”.

A partire dalle 8.30 del 24 agosto sarà interdetto il traffico veicolare all’interno del Comune di Melpignano. Anche l’accesso alla zona parcheggi nella zona industriale sarà consentito solo previa prenotazione (sul sito parkforfun.it) e sarà sottoposta a controllo ai varchi.

Sono due gli accessi previsti per le auto, l’ingresso Sud che sarà aperto dalle ore 8.30 alle ore 24 e l’ingresso Nord, aperto dalle ore 8.30 alle ore 21. 

 

E’ infine previsto anche un servizio di trasporti privato Busforfun, per ogni informazione consultare il link di seguito:

http://busforfun.com/articolo/la-notte-della-taranta 

 

La Notte della Taranta sarà accessibile al 100% ai diversamente abili.

Grazie alla collaborazione con L'Integrazione Onlus, Soc. cooperativa “La Notte della Taranta” metterà a disposizione uno staff di operatori qualificati per l'assistenza alle persone con disabilità, un servizio di infoline per dare informazioni prima e durante l'evento (n. 1 mail e n. 2 numeri di telefono), un servizio di prenotazione del proprio posto all'interno dell'area (con badge uninominali). 

 

Il varco di ingresso riservato alle persone con disabilità si trova in Via Salento, il personale saprà indirizzare le auto munite di contrassegno verso i parcheggi dedicati.

Nell'area riservata è consentito l'accesso ad un solo accompagnatore per persona disabile (salvo casi di comprovata necessità); si consiglia di arrivare entro le ore 20.00 - 20.30 e si raccomanda di avere il badge di prenotazione a portata di mano (sullo smartphone o stampato).

Per offrire un servizio di qualità a tutti, i posti prenotati saranno garantiti a chi arriva entro le 21.00, superato questo orario saranno assegnati anche ai non prenotati in ordine di arrivo.

Per richiedere il proprio badge e prenotare un posto per sé e per il proprio accompagnatore all'interno dell'area disabili, la persona disabile potrà facilmente inoltrare la propria richiesta attraverso il seguente modulo:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSf1OVsWzUa5jOIbhl18pg_K2B4XJk29-9wE_cdiA1u2-mLGxA/viewform 

Le richieste di prenotazione dovranno pervenire entro le ore 23.00 del giorno 22 agosto e saranno accettate in ordine di arrivo, fino ad esaurimento dei posti disponibili. 

Leggi tutto...

TURISMO (Federalberghi), PIENONE NEL SALENTO NELLA SETTIMANA DELLA TARANTA 

  • Pubblicato in News

Come riportato da "Il Sole 24 ore", il presidente di Federalberghi Lecce Raffaele De Santis ha evidenziato  che si registra il tutto esaurito nelle strutture alberghiere del Salento nella settimana del Concertone de La Notte della Taranta.  Secondo i dati forniti da FEDERALBERGHI PUGLIA infatti dal 19 al 25 agosto c’è un aumento di prenotazioni nelle strutture ricettive  salentine. “Questo dato, spiega Raffaele De Santis presidente di  Federalberghi Lecce, è parzialmente in controtendenza rispetto alla lieve flessione di richiesta turistica che si è registrata quest’anno nel periodo estivo. Non solo pienone dunque nella settimana clou dell’evento di Melpignano (LE),  ma anche un nuovo dato che riguarda i turisti stranieri. Oltre alle consuete presenze dall’Europa e in particolare da Francia e Germania, nel 2019  aumentano le presenze da America, Australia e Cina”. 

Il dato complessivo conferma quanto già evidenziato dal rapporto realizzato da CISET (Centro internazionale di studi sull’economia turistica) insieme a CONFCOMMERCIO ITALIA e AGIS: “Gli effetti della Notte della Taranta sulla ricettività sono quindi percepiti soprattutto nell’appuntamento del concertone finale, che è segnalato da quasi la metà degli operatori del Salento come ragione di aumento delle prenotazioni”. Dallo stesso rapporto emerge che in ciascuna edizione, a partire da una spesa diretta dei visitatori sul territorio pari a 16,8 milioni € (di cui 13 milioni nei servizi), si generano 6 milioni € di valore aggiunto nel territorio. A fronte di un budget di circa 1,2 milioni € speso nell’organizzazione di ciascuna edizione, ogni euro investito nell’evento produce 14€ di spesa dei visitatori per 5€ di valore aggiunto.

Spesa degli spettatori in loco:

€ 16,8 milioni    totale

€ 13,4 milioni   per servizi

€ 3,4 milioni     per beni

Valore aggiunto prodotto dalla spesa degli spettatori in loco:

€ 6,3 milioni   totale

€ 5,8 milioni   per servizi

€ 540 mila      per beni

Leggi tutto...

AL VIA LA COLLABORAZIONE FRA MATERA 2019 E LA NOTTE DELLA TARANTA

  • Pubblicato in News

Taranta, capitale della cultura europea per una notte: a Melpignano le bag-light di Matera 2019 per illuminare la festa popolare de la Notte della Taranta.

Ci sarà la luce di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 a illuminare la coreografia di Vinne de Roma, una delle 12 coreografie proposte dal maestro Davide Bombana nel Concertone in programma il 24 agosto a Melpignano. La Notte della Taranta sarà capitale europea della cultura nella notte che chiude il festival con un ponte di luce e musica che si apre a Melpignano e si chiude a Matera il 14 settembre con il Concerto dell'Orchestra Popolare nella Cava del Sole per la nona edizione di Materadio, la festa di Radio3 nella città dei Sassi.

Un percorso condiviso che porterà alla creazione delle bag-light, originali oggetti luminosi frutto di una sperimentazione di Matera 2019 attraverso il progetto Lumen/Social Light che mette un ponte tra vecchio e nuovo, fondendo la tradizione delle luminarie con innovative soluzioni di illuminazione pubblica. Tale sperimentazione è inserita nel più ampio progetto Interreg Night light che lavora sul tema della luce e del buio.

Le bag-light, letteralmente "borse luminose" in legno con una tracolla in pelle che richiamano nella forma tondeggiante i setacci e i tamburelli della tradizione ed alimentate con batterie a pannello solare, sono state realizzate nei laboratori durante le tappe del festival itinerante de "La Notte della Taranta": l'ultimo sarà proposto stasera, 21 agosto a Sternatia alle ore 19.

Nella lunga notte del Concertone le bag-light realizzate dai cittadini saranno parte integrante della coreografia di Bombana creando vie luminose tra i danzatori del Corpo di Ballo della Taranta. Una via ideale che collega il Salento a Matera.

L'Orchestra e il Corpo di Ballo saranno infatti protagonisti di una residenza artistica nella Capitale Europea della Cultura 2019 il 13 e 14 settembre. Un progetto che porterà la pizzica tra le vie della città dei Sassi e che culminerà con il Concertone alla Cava del Sole il 14 settembre.

Massimo Manera, presidente della Fondazione La Notte della Taranta: "Nell'anno in cui Matera è Capitale europea della Cultura, non poteva mancare, in questo dialogo aperto da tempo con La Notte della Taranta, un ponte ideale tra il Salento e la città lucana. Siamo lieti di ospitare nel festival itinerante un incontro tra cittadini e artisti che lavoreranno insieme per realizzare installazioni, questo sì, vero ponte culturale fatto di esperienze manuali e frutto della creatività che è insita in ognuno di noi."

“L’edizione 2019 di Materadio, la Festa di Radio 3 che anima da 9 anni la città dei Sassi, è dedicata ai Sud – sottolinea il Direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019 Paolo Verri -. Proprio su questa scia si colloca la collaborazione con la Notte della Taranta, uno degli eventi musicali e performativi più importanti dell’area Mediterranea e che al meglio esprime il senso di apertura, dialogo e coinvolgimento della comunità contenuto nel dossier di Matera 2019 “Open Future”. Nell’ambito di questa collaborazione ci sarà uno scambio di buone pratiche fra le due realtà: da Matera porteremo a Melpignano l’esperienza delle bag-light del progetto Lumen/Social Light, sperimentata in modo particolare durante la cerimonia inaugurale di Matera 2019 e  attraverso cui i cittadini “si fanno luce”; al contempo, i cittadini permanenti e temporanei di Matera avranno la possibilità di partecipare ai laboratori di danza tenuti dal team de La Notte della Taranta, in una contaminazione fra la tradizione salentina e quella lucana”.  

Leggi tutto...

NOTTE DELLA TARANTA. A STERNATIA LA PENULTIMA TAPPA. TRA GLI OSPITI L’ATTORE PEPPE BARRA

  • Pubblicato in News

ORE 19 IL BORGO RACCONTA - PIAZZA UMBERTO I

ORE 19 DE MARTINO 60 - PALAZZO COMUNALE

LA MITICA ESTATE DEL ’59 | MOSTRE: IL LUOGO DEL CULTO,

GALATINA, SAN PAOLO, TARANTISMO E DINTORNI MENADI DANZANTI;

PROIEZIONE DI FILMATI E DOCUMENTARI SUL TARANTISMO

ORE 21 ALTRA TELA - PIAZZA CASTELLO

ORE 22 CONCERTO RAGNATELA - PIAZZA UMBERTO I

Penultima tappa del festival itinerante “La Notte della Taranta” il 21 agosto a Sternatia, cuore della Grecìa Salentina. Il paese ellenofono, l'unico ad aver conservato l'uso della lingua grica anche tra le giovani generazioni, è pronto ad accogliere la ricca serata di appuntamenti.

Si inizierà alle ore 19 con la sezione Il Borgo Racconta, una visita guidata nel centro storico a cura dell’Università del Salento.

 Sempre alle 19 al Palazzo Comunale di Sternatia, la sezione De Martino 60 a cura di Kurumuny  e Polo Bibliomuseale, con la direzione scientifica di Maurizio Agamennone e Luigi Chiriatti.

Ernesto De Martino, antropologo e filosofo italiano, con una serie di missioni etnografiche dai primi anni ’50, raccolse una quantità di documenti relativi a manifestazioni magico-religiose e ne studiò le origini storiche, i rapporti con le condizioni storico-sociali attraverso i secoli, i motivi impliciti che ne giustificavano il persistere. Oggetto della sua investigazione furono particolarmente: il complesso mitico-rituale della fascinazione in Lucania (Sud e magia, Milano 1959); le persistenze del pianto funebre in Lucania (Morte e pianto rituale nel mondo antico, Torino 1958); il tarantismo del Salento (La terra del rimorso, Milano 1961).

Nell’estate del 1959 indagò a fondo il rituale magico-religioso del tarantismo pugliese, raccogliendo i risultati dell’analisi, in quella mitica estate del ’59, in quello che sarà poi uno dei testi fondamentali: La terra del rimorso.

Il progetto “demartino’60”, omaggiando e celebrando l’opera pionieristica di Ernesto De  Martino e dei suoi collaboratori, intende divulgare parte dei documenti prodotti intorno al fenomeno.

Nello stesso Palazzo Comunale saranno proiettati filmati e documentari sul tarantismo e saranno allestite due mostre sul luogo del culto di Galatina, San Paolo, Tarantismo e dintorni, e sulle Menadi Danzanti.

Galatina, la cappella di San Paolo e lo spazio antistante, rappresentano il luogo di svolgimento del rito. Questa mostra multimediale restituisce gli scatti di fotografi professionisti e non, che nel corso di un cinquantennio hanno varcato la soglia del luogo del culto. Le fotografie sono di: Chiara Samugheo, Paolo Longo, Paolo Albanese e Paola Chiari, Salvatore Congedo, Carmelo Caroppo, Fernando Ladiana, Luigi Chiriatti. Inoltre saranno proiettati filmati e documentari sul tarantismo.

Passato e futuro del Salento si incontrano nella mostra Menadi Danzanti  progetto realizzato grazie alla sinergia tra Assessorato all’ Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Polo Biblio Museale di Lecce e Fondazione La Notte della Taranta. . Curata dall’archeologa Anna Lucia Tempesta, la mostra punta a far conoscere, attraverso le immagini vascolari i reperti musicali e le fonti scritte, i laboratori di gestualità e la “messa in movimento” delle opere, l’importanza della musica nel mondo antico e gli incredibili legami con la contemporaneità.

 Uno degli ospiti più attesi del festival itinerante, Peppe Barra, cantante-attore tra i protagonisti della musica, del teatro, della cultura napoletana, in Piazza Castello alle ore 21 per la sezione Altra Tela.

Barra ha fatto della versalità la sua cifra stilistica, passando dal teatro alla musica, dalla tradizione napoletana alle sonorità contemporanee rimanendo fedele alla magia e al folclore che caratterizzano ogni suo lavoro. Romano di nascita, procidano d’adozione e napoletano d’anima, Barra sarà sul palco di Sternatia con Paolo Del Vecchio (chitarra e mandolino), Luca Urciuolo  (pianoforte e fisarmonica), Ivan Lacagnina (percussioni), Sasà Pelosi (basso acustico) e Giorgio Mellone  (violoncello). Personaggio sempre autentico, nella vita e sulla scena, artista puro, trasmette al suo pubblico un magma incandescente di emozioni dalla risata più sonora alla commozione inaspettata, conducendolo in un percorso che traccia le linee fondamentali della tradizione etnico musicale del sud Italia ed in particolare quella partenopea. Tutto richiama e ritorna a Napoli, da Tammuriata Nera a No woman no cry, ripercorrendo i temi classici del suo repertorio come l’amore, le passioni, gli  struggimenti e naturalmente la vita e la morte. Sempre in bilico tra il realismo e la scanzonatura poetica, voce e dialetto sono gli strumenti principali del suo lavoro: la sua voce gli consente di raggiungere in scena risultati mirabili, con il sostegno di musicisti straordinari che da lungo tempo sono i suoi compagni di viaggio.

Piazza Umberto I alle ore 22 ospiterà il concerto Ragnatela con Fonarà e Nuova Compagnia di Canto Popolare.

I primi ad esibirsi sul palco I Fonarà, gruppo di musica popolare grìco-salentina, la cui peculiarità è quella di scrivere parole nuove sulle basi musicali che appartengono ai ricordi di molti salentini. Il loro progetto artistico nasce con l’intento di innalzare  un canto ad alta voce per raggiungere le orecchie di tutti, risvegliando il sentimento ancestrale di tradizione che ognuno di noi conserva tra le pieghe dei ricordi. I componenti sono: Andrea Deta (voce e tamburello), Marco Garrapa (tamburello), Luca Giannoccolo (chitarra).

Continuerà la serata con la Nuova Compagnia di Canto Popolare che propone il progetto “Anima di Terra Tour”, uno spettacolo musicale composto dai brani della tradizione e della terra campana. La NCCP ha una storia lunga sessanta anni nei quali ha portato in scena la  tradizione della musica campana, costituita dai musicisti napoletani Eugenio Bennato, Carlo D’Angiò, Roberto De Simone e Giovanni Mauriello ai quali successivamente si unirono Peppe Barra, Patrizio Trampetti, Fausta Vetere e Nunzio Areni.

La NCCP, oggi guidata da due dei suoi componenti storici, Fausta Vetere (voce e chitarra) e Corrado Sfogli (strumenti a corda, chitarra, chitarra battente, bouzouki, mandoloncello, mandola), è composta da Carmine Bruno (percussioni), Gianni Lamagna (voce e chitarra), Michele Signore  (violino, lira pontiaca, mandoloncello), Marino Sorrentino (strumenti a fiato: flauto, ciaramella, zampogna, tromba) e Pasquale Ziccardi (voce e basso).

Tema centrale del Festival 2019 è la tutela dell’ambiente. In collaborazione con Intesa Sanpaolo e Legambiente, la Fondazione La Notte della Taranta promuoverà la raccolta fondi per la campagna #RigeneriAMOlaNatura che consentirà di rendere accessibili 4 oasi del Mezzogiorno d’Italia alle persone diversamente abili e fruibili dal pubblico attraverso sentieri guidati. Si tratta dell’oasi dei Variconi a Castel Volturno (Campania), Foce Cavone nella marina di Pisticci (Basilicata), Dune di Sovereto a Isola Caporizzuto (Calabria) e Torre Squillace nella marina di Nardò (Puglia).

Si può partecipare alla raccolta fondi attraverso la piattaforma www.forfunding.intesasanpaolo.com/  o acquistando la T-shirt creata da Yezael di Angelo Cruciani per la Notte della Taranta in vendita tra i prodotti ufficiali del Festival.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

CONTATTI

Fondazione la Notte della Taranta

via Dafni 11

73020, Melpignano (LE)

Tel: 0836439008

 

 

Press office

nottedellatarantapress@gmail.com

 

 

 

 

parkforfun

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo