orchestra popolare 

LOGHI_2018_01.1_1.pngLOGHI_2018_01.2.pngLOGHI_2018_02.1.pngLOGHI_2018_02.2.pngLOGHI_2018_02.4.pngLOGHI_2018_02.pngLOGHI_2018_03.2.pngLOGHI_2018_03.3.pngLOGHI_2018_03.4.pngLOGHI_2018_03.5.pngLOGHI_2018_03.6.pngLOGHI_2018_03.7.pngLOGHI_2018_03.8.pngLOGHI_2018_03.9.pngLOGHI_2018_04.3.pngLOGHI_2018_04.4.pngLOGHI_2018_04.5.pngLOGHI_2018_04.6_1.pngLOGHI_2018_04.7.pngLOGHI_2018_04.8.pngLOGHI_2018_05.1.pngLOGHI_2018_05.1_2.pngLOGHI_2018_05.1_5.pngLOGHI_2018_05.5.pngLOGHI_2018_05.6.pngLOGHI_2018_06.2.pngLOGHI_2018_06.3.pngLOGHI_2018_06.5.pngLOGHI_2018_06.7.pngLOGHI_2018_06.8.pngLOGHI_2018_07.1.pngLOGHI_2018_07.2.pngLOGHI_2018_07.3.pngLOGHI_2018_07.4.pngLOGHI_2018_08.1.pngLOGHI_2018_08.1_1.pngLOGHI_2018_08.3_1.pngLOGHI_2018_08.7.pngLOGHI_2018_08.8.pngLOGHI_2018_08.8_1.pngLOGHI_2018_08.8_4.pngLOGHI_2018_08.8_5.pngLOGHI_2018_08.8_8.pngLOGHI_2018_09.1.pngLOGHI_2018_09.2.png

Roberta Pellegrino

Storia del Concertone

Clicca sugli anni per visualizzare i dettagli del Concertone per la relativa edizione:

1998  1999  2000  2001  2002  2003  2004  2005  2006  2007
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017 2018 2019

 

1998

Direzione artistica: Maurizio Agamennone e Gianfranco Salvatore.

Maestro concertatore: Daniele Sepe.

Ospiti: Maurizio Dehò, Ensemble Barocco, Accademia di Terra d'Otranto, Ensemble Argliò.

Torna in alto.


 

1999

Direzione artistica: Maurizio Agamennone e Gianfranco Salvatore.

Maestro concertatore: Piero Milesi

Torna in alto.


 

2000

Direzione artistica: Maurizio Agamennone e Gianfranco Salvatore.

Maestro concertatore: Joe Zawinul

Torna in alto.

 

2001

Direzione artistica: direttivo.

Maestro concertatore: Piero Milesi.

Ospiti: Dupain

Torna in alto.


 

2002

Direzione artistica: Piero Milesi.

Maestro concertatore: Vittorio Cosma.

Ospiti: Noa, Andrea Parodi, Solis String Quartet, Mascarimirì, Dj Bellezza, Zohar Fresco, Gil Dor, Manu Théron, Xuacu Amieva, Nuevo Etnodub Project,

Daniele Durante e Mauro Durante, Roberto Licci ed Emanuele Licci (progetto padre e figlio generazioni a confronto.

Torna in alto.


 

2003

Direzione artistica: Vittorio Cosma e Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Stewart Copeland.

Ospiti: Ares Tavolazzi, Giancarlo Parisi, Raiz, Teresa De Sio, Radiodervish, Ensemble Bash.

Torna in alto.


 

2004

Direzione artistica: Vittorio Cosma e Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Ambrogio Sparagna.

Maestro sconcertatore: Giovanni Lindo Ferretti.

Ospiti: Gianna Nannini, Franco Battiato, Francesco Di Giacomo.

Torna in alto.


 

2005

Direzione artistica: Ambrogio Sparagna e Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Ambrogio Sparagna.

Ospiti: Piero Pelù, Francesco De Gregori, Giovanna Marini, Sonia Bergamasco, Davide Van der Sfroos, Sud Sound System, Pino Ingrosso, Mimmo Epifani, Compagnia Sunadur di Pontecaffaro, Giovanni Coffarelli e 'O Lione, Giovanni Avantaggiato, Pino Zimba.

Torna in alto.


 

2006

Direzione artistica: Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Ambrogio Sparagna.

Ospiti: Lucio Dalla, Lucilla Galeazzi, Carmen Consoli, Peppe Servillo, Buena Vista Social Club, Uccio Aloisi.

Torna in alto.


 

2007

Direzione artistica: Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Mauro Pagani.

Ospiti: Giuliano Sangiorgi, Morgan, Piero Brega, Badarà Seck, Eva Quartet

Mimmo Epifani, Gavino Murgia, Giovanni Sollima, Arnaldo Vacca, Roberto Licci, Claudio "Cavallo" Giagnotti, Ruggero Inchingolo, Massimo Ranieri, Ginevra Di Marco.

Torna in alto.


 

2008

Direzione artistica: Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Mauro Pagani.

Ospiti: Caparezza, Radio Dervish, Rokia Traorè, Richard Galliano

Mimmo Epifani, Arnaldo Vacca, Aprés la Classe, Sud Sound System.

Torna in alto.


 

2009

Direzione artistica: Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Mauro Pagani. 

Ospiti: Noa, Mira Awad, Angelique Kidjo, Zstar, Mimmo Epifani, Alessandra Amoroso, Eugenio Finardi, Simone Cristicchi e il coro dei Minatori di Santa Fiona.

Torna in alto.


 

2010

Direzione artistica: Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Ludovico Einaudi.

Ospiti: Claudio "Cavallo" Giagnotti, Mimmo Epifani, Andrea Presa, Savina Yannatou, Mercan Dede, Les Tambours du Burundi, Sud Sound System, Ballakè Sissoko, Dulce Pontes, Taraf de Haidouks.

Torna in alto.


 

2011

Direzione artistica: Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Ludovico Einaudi.

Ospiti: Justin Adams, Joji Hirota e i Taiko Drummers, Diego El Cigala, Mercan Dede, Secret Tribe, Sud Sound System, Alberto Fabris, Claudio "Cavallo" Giagnotti.

Torna in alto.


 

2012

Direzione artistica: Sandro Cappelletto, Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Goran Bregovic.

Ospiti: Wedding & Funeral Band, Banda Musicale di Racale, Tonci Hulic e Madre Badessa Band, Nenad Mladenovich Orchestra, Coro delle Mondine di Novi.

Torna in alto.


 

2013

Direzione artistica: Sandro Cappelletto, Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Giovanni Sollima.

Ospiti: Niccolò Fabi, Max Gazzè, Eugenio Bennato, Emma Marrone, Alfio Antico, Roby Lakatos, Giancarlo Parisi, Andrea Senatore, Venticello, Jesus Battista, Sara Calvanelli

Ospiti danza: Miguel Angel Berna, Manuela Adamo.

Torna in alto.


 

2014

Direzione artistica: Sandro Cappelletto, Sergio Torsello.

Maestro concertatore: Giovanni Sollima.

Coordinamento corpo di ballo: Miguel Angel Berna.

Ospiti: Roberto Vecchioni, Bombino, Antonella Ruggiero, Mannarino e i Fratelli Mancuso Giancarlo Parisi, Monika Laskovar, Amedeo Cicchesi, Paolo Bonomini, Enrico Melozzi, Glen Velez, Lori Cotler, Avi Avital.

Torna in alto.

 

2015

Direzione artistica: Sergio Torsello, Luigi Chiriatti.

Maestro concertatore: Phil Manzanera.

Coordinamento corpo di ballo: Roberto Castello.

Ospiti: Ligabue, Luciano Luisi, Federico Poggipollini, Enrico Russo, Matteo Saggese, Paul Simonon, Tony Allen, Andrea Echeverri, Anna Phoebe, Raoul Rodriguez.

Torna in alto.

 

2016

Direzione artistica Concertone e Orchestra popolare: Daniele Durante.

Maestro concertatore: Carmen Consoli.

Coreografo: Fabrizio Mainini.

Ospiti: Fiorella Mannoia, Lisa Fischer, Concha Buika, Nada, Tosca, Emilia Belfiore, Elena Guerriero, Claudia Della Gatta, Denis Marino, Massimo Roccaforte.

Torna in alto.

 

2017

Direzione artistica Concertone e Orchestra Popolare: Daniele Durante.

Maestro concertatore: Raphael Gualazzi

Coreografo: Luciano Maria Cannito, ospite danza Nicoletta Manni

Ospiti: Gregory Porter, Suzanne Vega, Gerry Leonard, Pedrito Martinez, Yael Deckelbaum, Tim Ries, Roberto Licci. 

Torna in alto.

 

2018

Direzione artistica: Daniele Durante.

Maestro concertatore: Andrea Mirò  

Coreografo: Massimiliano Volpini.

Ospiti: LP –Laura Pergolizzi, Clementino, Enzo Gragnaniello, James Senese, Yilian Canizares, Après la Classe, Frank Nemola, Davide Brambilla, Mino De Santis.  

 

Torna in alto.

 

2019

Direzione artistica: Daniele Durante.

Maestro concertatore: Fabio Mastrangelo

Coreografo: Davide Bombana. Ospiti danza: Luigi Campa, Elena Marzano, Gabriele Corrado.

Ospiti: Orchestra Oles, Elisa, Guè Pequeno, Salif Keita, Enzo Avitabile, Alessandro Quarta, Maurizio Colonna.  

 

Torna in alto.

Leggi tutto...

FORMAZIONE

ACCADEMIA PROFESSIONALE PER DANZATORI

La Fondazione Notte della Taranta collaborerà con SVEG (Ricerca Formazione Lavoro) e ANMB (Associazione Nazionale Maestri di Ballo) per consentire a 20 giovani pugliesi di partecipare al corso che formerà dei tecnici nell'ideazione ed esecuzione di coreografie, figura professionale tra le più richieste negli spettacoli di danza.

Obiettivo del corso è quello di formare la figura del Tecnico dell’esecuzione, interpretazione e ideazione di coreografie in spettacoli di danza e balletti classici e contemporanei, figura in grado di interpretare coreografie e di crearne di nuove, di esibirsi in spettacoli di danza allestiti da teatri d'opera, oppure in altre manifestazioni culturali, di prendere parte a spettacoli di genere diverso (balletto classico, danza contemporanea, musicals, operette, spettacoli televisivi) esibendosi in gruppo, in coppia o come solista. Il corso, inoltre, intende soddisfare le esigenze di qualificazione espresse dai comparti più dinamici ed innovativi delle imprese e del mercato del lavoro regionale nell’ambito del settore “Spettacolo”.

Il corso è gratuito ed è previsto il rimborso ai partecipanti delle spese di trasporto.

Leggi tutto...

FESTIVAL 2019 – LA NOTTE DELLA TARANTA, UN MODELLO DI ECCELLENZA ITALIANA

  • Pubblicato in News

Massimo Manera, Presidente Fondazione La Notte della Taranta:

 

La Notte della Taranta, dopo 22 anni di sperimentazioni e collaborazioni è sul tavolo della programmazione culturale come una grande opera di raccordo tra gli eventi più importanti dedicati alla musica popolare. Una storia di successo del Salento e al contempo una storia di grande successo della Regione Puglia che ha sempre creduto nellevento e lo ha sostenuto proiettandolo nello scenario internazionale e ricevendone in cambio lopportunità di ricoprire un ruolo centrale nellambito dellEuropa Creativa.

Lo scenario è quello di un territorio che muta, progredisce: incoronata per le sue potenzialità anche dagli osservatori economici, la Fondazione La Notte della Taranta, ha costruito un brand che propone unesperienza complessa fatta di cultura, turismo, paesaggio, enogastronomia. Una strategia vincente del sistema culturale pugliese frutto di un pensiero che sta sempre di più evolvendo verso una dimensione sistemica, che tiene insieme patrimonio culturale immateriale e materiale, imprenditorialità, innovazione, turismo, inclusione sociale e da un fortunato (ma non casuale) puzzle di questi elementi che genera sviluppo.

Gli attori sono molteplici. In prima linea le istituzioni: Regione Puglia, Comuni della Grecìa salentina, Provincia di Lecce e ancora Comuni aderenti allIstituto Diego Carpitella, Università del Salento, Camera di Commercio di Lecce. C’è poi la Taranta Community: chi aderisce a questa comunità di valori sente di poter orgogliosamente appartenere a qualcosa di importante, ad un luogo prezioso di emozioni, di sentimenti, di idee condivise. Rivivono nella Notte della Taranta, suggestioni mutualistiche di cui il Salento era ricco. Suggestioni lanciate dentro la contemporaneità che oggi rappresentano un intreccio proficuo di istanze collaborative e partecipate delle forme emergenti del produrre e vivere la musica e la danza ma anche il teatro, il cinema, le arti. 

La Notte della Taranta è oggi una factory culturale dove il motore del cambiamento è in costante attività. Non ci sediamo ad ammirare quello che si è fatto scivolando in un nostalgico quanto rischioso stallo ma guardiamo costantemente al futuro. Immaginare, progettare, innovare è la sfida quotidiana della Fondazione per sviluppare nuovi linguaggi e diventare il primo vero dipartimento dinnovazione della cultura popolare. Abbiamo dato un’identità netta al territorio Salento, attraverso 22 anni di  storia coerente e vocazione internazionale, tra patrimonio del passato e sguardo proiettato al futuro, tra connessioni di arte e sociale, osservazione e azione, organizzazione e sviluppo. Un motore creativo oggi patrimonio collettivo. Un  lavoro quotidiano di esplorazione che porta ad intercettare nuove forme, nuove dinamiche legate al tessuto emozionale delle ultime generazioni. Ecco perché il successo della ventiduesima edizione del Festival La Notte della Taranta, successo di storie prima che di numeri, rappresenta un traguardo collettivo importante.

Il Festival con le sue 19 tappe ha superato gli argini del puro cartellone di concerti per incidere sul campo culturale: lettura globale del luogo ospitante attraverso visite guidate, visione attiva e interattiva di tutti i programmi proposti, conoscenza dei linguaggi musicali e delle Arti attraverso la libera fruizione degli spettacoli, costruzione di una rete della musica popolare in Italia con 19 regioni rappresentate, partecipazione di comunità agli approfondimenti sullarte, esplorazione di nuove forme di linguaggio popolare. Il Concertone con la sua Orchestra Popolare, eclettico testimone culturale nel nostro Paese e nel mondo, rappresenta la capacità di mettere in discussione il percorso compiuto dalla musica popolare negli ultimi anni. Il palco di Melpignano non è solo lo scenario spettacolare della produzione artistica della Fondazione ma rappresenta da sempre il faro di ispirazione e di incontri  per gli artisti e i gruppi di riproposta che continuano a crescere anche grazie alla forza motrice del marchio Notte della Taranta. Una factory creativa dove per dodici mesi l’anno si produce ricerca.

Il tour internazionale continua a esportare non solo il ricco patrimonio culturale salentino ma a costruire reti di sviluppo che aprono opportunità concrete per tanti artisti. A settembre saremo in Argentina, a novembre a Cuba dopo Russia e Albania. Il progetto Taranta Solidale  nel 2019 consentirà di rigenerare 4 oasi del Mezzogiorno dItalia grazie alla condivisione di valori con Legambiente e Intesa Sanpaolo. Il progetto di formazione Piccola Ronda  ha consentito ai bambini ospiti di due case famiglia per minori di vivere unesperienza di inclusione  ma soprattutto di condivisione con i coetanei attraverso la musica e la danza. Il progetto MaTà ci ha consentito di costruire un ponte culturale con Matera attivando laboratori dal basso.  Il progetto Taranta Future in collaborazione con Camera di Commercio di Lecce che stimola lavvio di attività imprenditoriali, volte  a generare nuove tecnologie e strumenti software per la fruizione e la valorizzazione del patrimonio immateriale del territorio salentino. Investire nel territorio genera valore ed è, tra le risorse, la più preziosa che la nostra economia possiede. Una manifestazione nata dal volontariato straordinario di tanti giovani dei comuni della Grecìa salentina che hanno creato dal nulla un evento sulle tradizioni popolari e che oggi, e veniamo ai numeri, raccoglie 350 mila presenze durante 19 tappe del Festival, 30 mila presenze nella giornata di prove del Concertone, 200 mila presenze nella notte del 24 agosto a Melpignano (dato complessivo registrato tra le 17:00 del 24 agosto alle 04:00 del 25 agosto) con un audience totale di oltre 15 milioni di telespettatori (Fonte Auditel) tra diretta televisiva su RAI 2 (6,5 % share) e ben 15 servizi televisivi trasmessi durante i principali notiziari del TG1, TG2, RAINEWS24, TG3 Regione Puglia, TG5, Studio Aperto, Studio Aperto Magazine, Sky Tg24. Audience che si raddoppia considerando i lettori delle principali testate giornalistiche locali e nazionali  che hanno puntualmente seguito levento dedicando ampio spazio. https://www.lanottedellataranta.it/it/news/rassegna-stampa.

 

Non si contano le interazioni social sullevento con la straordinaria partecipazione degli artisti italiani e  internazionali e della Taranta Community. L’hashtag #taranta22 ha occupato il secondo posto tra i trending topics di twitter per tutta la serata. 3 milioni di visualizzazione per i video caricati sulla pagina facebook ufficiale della Fondazione dal 4 luglio al 25 agosto, 1,5 milioni solo per la diretta del Concertone, 5 milioni complessivi gli utenti raggiunti. Non a caso, dai dati forniti da Federalberghi Puglia,  nel periodo della manifestazione si è registrato un aumento di prenotazioni nelle strutture ricettive salentine, parzialmente in controtendenza rispetto alla lieve flessione di richiesta turistica registrata questanno  nel periodo estivo. Ma il dato più incoraggiante è quanto riporta lo studio del CISET (Centro internazionale di studi sulleconomia turistica) secondo il quale ogni euro investito dalla Fondazione della Notte della Taranta nellevento produce quattordici euro di spesa dei visitatori per quasi un terzo di valore aggiunto. Un successo di squadra ecco perché mi piace ringraziare ogni singolo componente di questa factory creativa, sicura, innovativa e multimediale.

Un grazie speciale allOrchestra Popolare La Notte della Taranta e al  Corpo di Ballo della Taranta, ai Direttori artistici della Fondazione Luigi Chiriatti e Daniele Durante. Grazie al maestro Concertatore Fabio Mastrangelo, al coreografo Davide Bombana, allOrchestra Oles e alle 5 studentesse del Conservatorio Tito Schipa di Lecce che hanno preso parte al Concertone. Grazie alla squadra operativa tutta rosa della Fondazione: Stefania Sicuro, Maria Grazia Portaluri e Gabriella Della Monaca. Grazie ai componenti del  CdA della Fondazione Ivan Stomeo e Graziano Vantaggiato,  al Comitato scientifico composto dal rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice e da Mimmo Fazio, Maurizio Agamennone, Federico Capone e Aldo Bellomo  e ai revisori dei conti Antonio Bray, Giuseppina Tundo e Angelo Mongiò. Grazie ai consulenti della Fondazione: Antonio Scrimitore, Sandro Dimitri, Lino Tommasi.

Per il supporto un grazie speciale al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, all’Assessore allindustria turistico culturale Loredana Capone, al Direttore del Dipartimento Cultura Aldo Patruno e al Dirigente Mauro Bruno. Grazie a tutti i sindaci della Grecìa salentina e al Presidente dellUnione Roberto Casaluci, al Presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, al Sindaco di Melpignano Ivan Stomeo e ai dipendenti comunali Annalisa Malerba, Francesca Fiore, Enrico Avantaggiato, Gaetano Congedo e Luigi Tondo, Giorgio Palma, Lorenzo Merolla e Giovanni Siciliano.  Grazie ancora una volta a chi ha reso sicuro levento, al Prefetto di Lecce Maria Teresa Cucinotta e a tutti gli uffici della Prefettura, al Questore di Lecce Andrea Valentino e ai suoi collaboratori, al Comandante provinciale dei Carabinieri Col. Gianpaolo Zanchi, al Comandante provinciale della Guardia di Finanza Col. Luigi Carbone, al Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Giuseppe Bennardo, al Comandante della Polizia Provinciale Antonio Arnò, a tutti i vigili urbani dei diversi comuni impegnati nellordine pubblico durante tutta la durata del Festival,  al Direttore generale della Asl di Lecce Rodolfo Rollo, al Primario del 118 Maurizio Scardia, a tutta la Croce Rossa Provinciale, alla Protezione civile regionale e al suo dirigente Mario Lerario. Grazie per i trasporti efficienti a Trenitalia e Ferrovie Sud Est e allimpresa BusForFun. Grazie ad Anas per il supporto alla viabilità. Grazie per lacqua pubblica fornita al Concertone e per il progetto plastic free allAcquedotto Pugliese e al suo presidente Simeone Di Cagno Abbrescia. Grazie per il progetto Food a chilometro zero Prodotti di Puglia al Direttore del Dipartimento Agricoltura Gianluca Nardone e al Presidente di Confindustria Agroalimentare Maurizio Zecca. Grazie per lefficace e tempestiva raccolta dei rifiuti ad Ecotecnica e al suo manager Luigi Zilli. Grazie a RAI 2 e al suo direttore Carlo Freccero che ha creduto nel progetto e ha consentito di trasmettere in diretta per la prima volta sulla tv generalista il Concertone di Melpignano. Grazie allautore Felice Cappa, al produttore esecutivo Michele Ercelli, al regista Duccio Forzano, al direttore della fotografia Marco Lucarelli e grazie ai conduttori Gino Castaldo, Stefano De Martino e Belen Rodriguez.

Grazie alla Camera di Commercio che investe nel futuro multimediale della Notte della Taranta con il progetto Taranta Future e al suo Presidente Alfredo Prete.

Grazie al settore produzione con Pasquale Giannaccari, Marcello Mannini, Paolo Palasciano, Cristiano Grassini, Guglielmo Di Mitri e per il Festival a CoolClub. Grazie ai partner di condivisione valori: Intesa Sanpaolo e Legambiente. Grazie agli sponsor: DMJ Gruppo De Mariani, Acqua Orsini, Costa Crociere, Yezael Angelo Cruciani, Futuro Remoto, Canon, Mariano Light, Louder Italia, Officine Carra, Cazzetta Olio, Colazzo srl.

Grazie ai collaboratori dellufficio comunicazione: Cecilia Leo, Barbara Facchini, Paola Trotta, Gloria Romano, Giulia Migliaccio, Fabio Leone, Giuseppe Ferraro, Roberta Pellegrino, Adriana Miele, Francesco Rojch, Bruno Sergio, Paolo Caputo, Fabio Serino, Simone Rosato, Daniele Fusco.

Grazie ai collaboratori della Fondazione: Mario Stefanelli, Giuseppe Gaetani, Giuseppe Tarantino, Lucia Filieri, Giuseppe Aprile, Vincenzo Marra, Fabio Chiriatti, Serena Sciolti, Sofia Rollo, Giuseppe Villani, Alessandro Farì, Enea Garrapa, Alessandra Comi, Andrea Comi, Antonio Palma, Annalisa Marti, Marco Vergine, Stefano Esposito, Giorgio Portaluri, Diletta Delos Roberta Rollo, Nadia Caldarazzo, Annamaria Rizzo, Eliana De Santis, Angela Di Fede, Antonio Piteo.

Grazie per la collaborazione nel settore danza allAssociazione Nazionale Maestri di ballo, al suo presidente Pierluigi Petracca, al suo segretario Gianni Nicoli e al suo collaboratore Valentino Ventruto.

Grazie per il supporto tecnico a: SUD Service di Giacomo Quarta, Centro Anziani Zollino,  Mansueto Botrugno, Lazzari, ditta Marco Garrapa, Ingegnart, LIntegrazione, Daniele Palma, Rooster, Costantini, Sebach, R2, Connect-ICS, Euroscena, FkyNet, Roberto Garrapa, MgM,  Siglob.  

GRAZIE!

 

 

 

Leggi tutto...

LA NOTTE DELLA TARANTA A MATERA, NAPOLI  E  BUENOS AIRES

  • Pubblicato in News

A settembre tre prestigiosi appuntamenti per lOrchestra Popolare.

Manera: “edizione da record, un modello di eccellenza italiana”.

Dopo unedizione da record ricca di conferme e successi, entra nel vivo il #tarantatour2019 con appuntamenti prestigiosi. Il 14 settembre lOrchestra Popolare La Notte della Taranta sarà a Matera  con i Modena City Ramblers per il grande concerto alla Cava del Sole, il 28 settembre in piazza del Plebiscito a Napoli con Enzo Avitabile  e dal 29 al 5 ottobre in Argentina.

 

Matera 13-14 settembre

Il tour della Taranta comincia dalla Capitale della Cultura Europea nellambito di Materadio - La Festa di Rai Radio 3. Per tre giorni i principali programmi di Rai Radio 3 si spostano a Matera per trasmettere in diretta gli interventi dei più importanti artisti e intellettuali italiani ed europei, con la partecipazione del pubblico dal vivo.  Il 13 settembre i danzatori  del  Corpo di Ballo della Taranta e i tamburellisti dellOrchestra Popolare dalle 18 alle 22:00 in piazza San Giovanni, piazza del Sedile e piazza San Francesco si alterneranno nelle ronde coinvolgendo il pubblico di Matera. Il 14 settembre dalle 10:30 alle 13:00 saranno in piazza Vittorio Veneto e in piazza del Sedile. L’atteso concerto dellOrchestra Popolare che ospiterà per il gran finale i Modena City Ramblers si terrà alla Cava del Sole alle 21:30 e sarà illuminato dalle bags light, le borse di luci costruite dai cittadini nei laboratori attivati da Matera2019 durante il Festival della Taranta a Sternatia e Soleto. Ad aprire la serata ci saranno 63 bambine e bambini di Piccola Ronda, il progetto inclusivo che trasmette i codici della danza scherma alle nuove generazioni.  A Matera, diretti dal maestro Daniele Durante, ci saranno i cantanti Consuelo Alfieri, Antonio Amato, Salvatore Galeanda e Stefania Morciano, i musicisti Giuseppe Astore (violino) Nico Berardi (fiati) Alessandro Chiga (tamburello) Roberto Chiga (tamburello) Leonardo Cordella (organetto) Calo De Pascali (tamburello) Roberto Gemma (fisarmonica) Mario Esposito (basso) Gianluca Longo (mandola) Antonio Marra (batteria) Attilio Turrisi (chitarra battente) e i danzatori Mihaela Coluccia, Serena Pellegrino, Lucia Scarabino e Stefano Campagna.

 

Napoli 28 settembre

La Notte della Taranta sbarca per la prima volta in piazza del Plebiscito a Napoli il 28 settembre per le Giornate dei Servizi Pubblici #EffePiù di CGIL Funzione Pubblica: un appuntamento fatto di confronti, musica e idee che metterà al centro il rapporto tra servizi pubblici e principi della Costituzione. L’Orchestra Popolare ospiterà Enzo Avitabile per replicare il successo del Concertone nella città partenopea. Un repertorio ricco di pizziche che incroceranno i suoni di Napoli in una bella festa popolare con accesso gratuito. Una commistione di linguaggi, di ritmi, di scale si incontreranno su un terreno comune, quello della tamburello e della tammorra. Una ricerca continua per lOrchestra Popolare di un linguaggio comune in grado di superare ogni barriera. Saranno le voci potenti e dal timbro arcaico di Antonio Amato ed Enza Pagliara a presentare i brani più amati della tradizione salentina. Diretta dal maestro Daniele Durante a Napoli lOrchestra Popolare sarà composta da:

Roberto Chiga (tamburello), Valerio Combass Bruno (basso), Roberto Gemma (fisarmonica), Gianluca Longo (mandola), Antonio Marra (batteria), Alessandro Monteduro (percussioni), Attilio Turrisi (chitarra battente). Danzeranno la pizzica:  Laura Boccadamo, Stefano Campagna, Marco Martano e Serena Pellegrino.  

 

Buenos Aires 29 settembre-5 ottobre

Il tour internazionale de La Notte della Taranta che nel 2019 ha fatto tappa a Mosca e Tirana approderà a Buenos Aires dal 29 settembre al 5 ottobre per tre prestigiosi appuntamenti. L’Orchestra Popolare abbraccerà il pubblico argentino sul viale Avenida de Mayo, la strada più importante della città e palcoscenico di quasi tutte le manifestazioni della capitale. È infatti dedicata alla Puglia la festa promossa dallENIT Buenos Aires celebra Italia”  che il 29 settembre alle 16:30 vedrà la pizzica protagonista del grande concerto di strada. Il 30 settembre alle 22:00 lOrchestra si esibirà nel centro culturale La Tangente nel quartiere Palermo, oggi punto di riferimento  per lascolto della musica dal vivo. E il ritmo della pizzica salentina scandirà l’inaugurazione della Fiera Internazionale del Turismo dellAmerica Latina in programma il 5 ottobre alle 13:00 e la festa dellENIT nel Villaggio Italia alle 22:00. La delegazione dellOrchestra Popolare in Argentina sarà composta da Consuelo Alfieri (voce, tamburello e organetto), Giuseppe Astore  (violino), Alessandra Caiulo (voce), Leonardo Cordella  (organetto), Carlo De Pascali  (tamburello), Salvatore Galeanda  (voce e tamburello), Peppo Grassi (mandolino) e i ballerini Andrea Caracuta, Mihaela Coluccia, Fabrizio Nigro e Lucia Scarabino.  

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

CONTATTI

Fondazione la Notte della Taranta

Via della Libertà, 66 (Ex Convento dei Padri Agostiniani)

73020, Melpignano (LE)

Tel: 0836439008

 

 

Press office

nottedellatarantapress@gmail.com

 

 

 

 

parkforfun

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo